Varie sedi - Partecipazione della Soprintendenza alle Giornate dell'Archeologia in Europa (14-16 giugno 2019).

Territorio di competenza della Sabap per le province di FR,LT e RI

14-16 giugno 2016 - Promozione della Cultura

JNAarcheo2019

In Italia un appuntamento con la storia e la La Soprintendenza archeologia belle arti e paesaggio per le province di Frosinone, Latina e Rieti  ha aderito all'iniziativa.

La Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per le province di Frosinone Latina e Rieti aderisce alle Giornate Europee dell’Archeologia che si svolgeranno dal 14 al 16 giugno 2019. L’iniziativa nasce nel 2010 in Francia, grazie all’Istituto nazionale di ricerca archeologica preventiva (INRAP) con l’idea di coinvolgere tutti, dagli appassionati di storia ai semplici curiosi, dagli adulti ai bambini, nella scoperta e del patrimonio archeologico. Particolarmente ricca è l’offerta culturale in programma con visite guidate, laboratori didattici, conferenze e porte aperte nei cantieri di scavo.

 

 

Per le modalità di accesso e i costi si veda:

https://journees-archeologie.fr/fru-1857/c-2019/lg-it/Italia/le-giornate-dell-archeologia-in-Europa

 

Programma

 

Provincia di Frosinone


FROSINONEArcheologia pubblica a Frosinone. Itinerari a porte aperte lungo la via Latina

Alla presentazione della giornata, prevista sabato 15 giugno alle ore 9.30 presso la Sala conferenze della Villa Comunale, seguirà l’apertura al pubblico dell’area archeologica di Ponte del Rio, dove le indagini di archeologia preventiva ancora in corso hanno consentito di riportare in luce i resti di un monumento funerario di epoca romana posto lungo l’antica via Latina.

Oltre al sito di ponte del Rio, l’itinerario di visita toccherà altri suggestivi luoghi della cultura: la villa Comunale, l'anfiteatro romano e il Museo archeologico di Frosinone, che resteranno aperti e liberamente fruibili dalle 11 alle 13 e dalle 16 alle 18, con visite guidate gratuite a cura di professionisti del settore.

 

Sabato 15 giugno 2019, dalle ore 11.00 alle ore 13.00 e dalle ore 16.00 alle ore 18.00

-          Porte aperte al cantiere di scavo e visita all’area archeologica di Ponte del Rio, Visite guidate a cura di Davide Pagliarosi

-          Visita guidata al Museo Archeologico di Frosinone a cura di Natascia Zangrilli

-          Visita guidata Anfiteatro Romano a cura di Camilla Mella

-          Visita guidata Villa Comunale a cura di Alessandra Marcoaldi

 

POFI: Museo Preistorico “Pietro Fedele” di Pofi

Il Museo è dedicato alla preistoria del Lazio meridionale a partire da un milione di anni fa. È possibile intraprendere un affascinante viaggio nell’Età della Pietra, dove sono descritti l’uomo, l’ambiente e la fauna del Lazio meridionale nel contesto della preistoria europea. Il museo ospita la calotta cranica dell’Uomo di Ceprano, Argil, il più antico reperto fossile di Italia e tra i più antichi d’Europa (oltre 800 mila anni), ritrovato dal Prof. Italo Biddittu nel 1994.

 

Domenica 16 giugno 2019, ore 11.00 e ore 15.30: visita guidata con il paleontologo (costo € 1,00)

Domenica 16 giugno 2019, ore 16.30: laboratorio didattico per bambini “Scava e scopri”

 

Per info e prenotazioni:

Associazione TUA - Territorio dell'Uomo Antico cell. 3888644122; email progettotua@gmail.com

 

VEROLI: Il Museo e il centro storico. Viaggio nel cuore della città

Un’occasione per sensibilizzare e avvicinare l’opinione pubblica all’archeologia. Attraverso visite guidate lungo vicoli suggestivi e alcuni dei luoghi della cultura della città, famiglie, studenti e appassionati di storia potranno scoprire il patrimonio archeologico del proprio paese. Visite guidate, attività ludiche e didattiche faranno parte del programma proposto in occasione della giornate dell’archeologia 2019.

 

Sabato 15 giugno 2019

Primo turno di visita ore 10.00 - 11.00

Secondo turno di visita ore 11.00 – 12.00

Visita guidata a cura della ProLoco nel centro storico, attraverso vicoli suggestivi e ammirando alcuni dei luoghi della cultura della città.

Luoghi della cultura coinvolti nell’iniziativa:

-          Museo Civico Archeologico Veroli (biglietto d’ingresso € 1,00);

-          Rocca di San Leucio e le mura;

-          Chiesa di San Michele Arcangelo.

 

Per info e prenotazioni: Tel 0775238929 – email prolocodiveroli@libero.it

 

Ore 16.30 – 17.30 ArcheoGioco dell’oca.

Laboratorio didattico presso il Museo Civico Archeologico Veroli a cura della Dott.ssa Brunilde Mazzoleni.

Dopo una breve presentazione su cosa studia l’Archeologia, tutti i partecipanti saranno coinvolti in una breve visita al museo in cui potranno osservare i reperti esposti nelle vetrine. Divisi in due squadre ognuno disegnerà con matite colorate quello che più l’ha colpito. Tutti i disegni comporranno un grande e colorato tabellone su cui sfidarsi ad un originale ArcheOgioco dell’Oca!

 

Per info e prenotazioni: Cell. 349.8750110, email: mcarcheoveroli.info@gmail.com

 

Provincia di Latina


FORMIA: Area archeologica di Caposele

Il sito, risalente alla tarda età repubblicana (I secolo a.C.), è parte di un complesso residenziale più ampio, che comprende anche i resti di Villa Rubino e quelli posti a ridosso del torrente Rialto. Il complesso presenta un grande cortile quadrato con trentadue ambienti, la maggior parte dei quali aprono verso la corte. In tutta probabilità si trattava di strutture annesse alla parte residenziale di una grande villa romana, che venivano adibite ad attività di trasformazione e deposito dei prodotti del territorio (vino, pesce essiccato ecc.). Della parte residenziale, posta al secondo piano, sono sopravvissuti resti molto esigui. La parte a monte contiene un ambiente decorato con pitture e una dedica sacra.

 

Venerdì 14 giugno 2019

Ore 19.00: presentazione di materiali inediti da indagini archeologiche preventive nel territorio di Formia

 

Sabato 15 giugno e domenica 16 giugno 2019

Dalle ore 10.00 alle ore 13.00 e dalle ore 14.30 alle ore 19.00: sarà possibile vivere l’incredibile esperienza di un cantiere di scavo archeologico, con lo studio dei reperti, l’analisi dei resti antropologici e le nuove tecniche di documentazione di scavo.

 

Per info e prenotazioni: Sinus Formianus tel. +39 800141407; email sinusformianus@gmail.com

 

MINTURNO: Un ponte per l’arte. Prima estemporanea di pittura

Il Ponte Borbonico Real Ferdinando sul Garigliano è il primo ponte sospeso su catenarie in ferro dell’Europa continentale, realizzato tra il 1828 e il 1832 su progetto dell’ing. Luigi Giura.

È un poliedrico e insigne esempio della modernità del governo borbonico dal punto di vista ingegneristico, architettonico e artistico con le colonne egittizzanti e le sfingi, testimonianza dell’egittomania, correlata ai primi scavi in Egitto. La struttura sostituisce l’antica scafa (barcone fluviale collegato a una corda tra le due sponde), per consentire l’agevole prosecuzione del viaggio sulla via Appia, e il ricongiungimento con il sito della città romana di Minturnae ove proprio i Borbone avevano dato inizio, alla fine del XVIII secolo, agli scavi archeologici.

 

Domenica 16 giugno

Dalle ore 9.30 alle ore 19.00: sarà possibile assistere in diretta alla realizzazione delle opere degli artisti che partecipano all’estemporanea di pittura (a cura del comitato Dragut). La partecipazione come artisti prevede una quota di 20€ da versare in loco previa prenotazione entro il 15 giugno 2019)

Alle ore 11.00 e alle ore 16.30: visite guidate gratuite illustrate per tutti (a cura del Comitato Luigi Giura)

 

Per info e prenotazioni:

http://comitatodragut.it/bando-2019/; https://www.comitatoluigigiura.it/

 

Provincia di Rieti


CASTEL SANT’ANGELO: Complesso archeologico della Villa di Tito

Al di sopra del Lago di Paterno si trova un’imponente struttura caratterizzata da contrafforti, identificabile con una villa di età romana. La prossimità al sito di Aquae Cutiliae, ove sorgeva la villa degli imperatori della prima dinastia Flavia, avvalora l’ipotesi che anche questo sia un complesso di pertinenza imperiale, che ha portato alla denominazione tradizionale di “Villa di Tito”.

 

Venerdì 14 giugno 2019

Dalle ore 10.00 alle ore 13.00 e dalle ore 14.00 alle ore 16.00: visite al cantiere di scavo con l’illustrazione delle novità e dei recenti rinvenimenti.

 

RIETI: Rieti sotterranea

Sotto l’odierna via Roma, è possibile ammirare un meraviglioso scorcio dell’Italia sotterranea: i resti del viadotto romano costruito nel III secolo a.C. come conseguenza della conquista romana e affiancato all’opera di bonifica della piana.

La struttura, inglobata nei sotterranei di alcune nobili dimore reatine, è formata da grandiosi fornici costruiti con enormi blocchi squadrati di travertino caverno, a sostegno del piano stradale.

 

Venerdì 14 giugno 2019

Ore 18.00: visita guidata gratuita a cura dell’Associazione Culturale Rieti da scoprire

Sabato 15 giugno 2019

Ore 11.00: visita guidata gratuita a cura dell’Associazione Culturale Rieti da scoprire

 

Per info e prenotazioni: www.rietidascoprire.it; tel. 347.7279591

 

TORRI IN SABINA: Area archeologica di Forum Novum a Vescovio

L’area archeologica di Forum Novum comprende parte del Foro della antica città romana, fondata nel II secolo a.C., con la basilica civile, edifici religiosi e domus ornati da interessanti pavimenti musivi. Nei pressi è situato l’importante complesso religioso dell’antica cattedrale sabina, attuale Santuario della Madonna della Lode di Vescovio, con un importante ciclo di affreschi del XIV secolo.

 

Venerdì 14 giugno 2019

Dalle ore 10.00 alle ore 12.00 e dalle ore 13.00 alle ore 15.00: una finestra sui restauri a Forum Novum. Sarà possibile assistere in diretta alle operazioni di restauro di due importanti pavimenti romani, uno in mosaico e uno in cementizio.



Dal 2010, il Ministero della Cultura in Francia affida a Inrap, l’Istituto nazionale di ricerca archeologica preventiva, il coordinamento e la promozione delle Giornate nazionali dell'archeologia (Journées nationales de l’archéologie o JNA).

In occasione delle JNA, ogni terzo weekend di giugno, tutti gli attori del mondo dell'archeologia si mettono all’opera per far scoprire al pubblico i tesori del patrimonio e i retroscena di questo settore.

Nel 2019 le JNA celebreranno il loro decimo anniversario. E per condividere questa decima edizione con un pubblico ancora più ampio, Inrap aprirà queste giornate a tutti i paesi europei.

Questi tre giorni rappresentano l'occasione per sensibilizzare e avvicinare l’opinione pubblica europea all'archeologia e sulle sue implicazioni. Attraverso eventi originali e festosi, le famiglie, le scuole, gli studenti, gli appassionati di storia o i semplici curiosi possono scoprire il patrimonio archeologico. Visite di luoghi aperti in via eccezionale al pubblico (cantieri di scavo, centri di ricerca, riserve di collezioni archeologiche...), scambi con gli attori dell’archeologia (archeologi, ricercatori...) che vengono a incontrare il pubblico per presentare il proprio mestiere, attività ludiche e didattiche (iniziazioni allo scavo, dimostrazioni, laboratori...) fanno parte del vasto programma proposto in occasione delle Giornate dell’archeologia in Europa.


Clicca questo link per tutti i dettagli